Stai visualizzando il sito in italiano. Cambia lingua oppure chiudi e continua. ENGLISH
“Il mondo intero si sta muovendo verso l’obiettivo Net Zero e per raggiungerlo c’è bisogno di un massiccio incremento dell’elettrificazione della domanda di energia dei clienti. Un messaggio condiviso da tutti: dobbiamo elettrificare il più possibile, e al tempo stesso supportare tale elettrificazione con energia decarbonizzata. Vedremo l’elettricità entrare da protagonista anche in settori dove non è mai stata presente.”
Francesco Starace Amministratore Delegato e Direttore Generale

Siamo tra i primi firmatari della campagna “Business Ambition for 1.5 °C” promossa dalle Nazioni Unite e da altre istituzioni e ci impegniamo a sviluppare un modello di business in linea con gli obiettivi dell’Accordo di Parigi (COP21) per limitare l’aumento medio della temperatura globale a 1,5 °C.

Nel 2021 abbiamo annunciato l’anticipo del nostro target “Net-Zero” dal 2050 al 2040, per le emissioni sia dirette (Scope 1) sia indirette (Scope 2 e 3).  

Abbiamo inoltre confermato l’obiettivo sulle emissioni dirette in linea con la finalità di limitare il riscaldamento globale a 1,5 °C, come certificato dalla Science Based Targets initiative (SBTi). In aggiunta, abbiamo comunicato due nuovi obiettivi di riduzione al 2030:

-80%
per le emissioni Scope 1 (vs 2017)
-80%
circa per le emissioni legate alla produzione e alla vendita di energia elettrica (vs 2017)
-55%
per emissioni legate alla vendita di gas (vs 2017)
Il progetto NET-ZERO

Nel 2021 Enel ha lanciato internamente il Progetto Net- Zero, con due principali obiettivi: migliorare ulteriormente la mappatura di tutte le proprie emissioni dirette e indirette, aumentando il grado di accuratezza e di trasparenza della rendicontazione, e definire il percorso di riduzione della propria impronta carbonica fino al 2040, attraverso la definizione di target intermedi per ciascuna fonte di emissioni, in linea con il percorso di 1,5 °C.

 

La risposta alla sfida del cambiamento climatico passa attraverso un modello di business resiliente e sostenibile. Per garantirla, abbiamo adottato un modello organizzativo e di corporate governance che definisce specifici compiti e responsabilità in capo ai principali organi di governo del nostro Gruppo.
Le nostre attività attività di advocacy dirette sono condotte in linea con gli obiettivi dell’Accordo di Parigi e in particolare, la nostra politica mira a promuovere la strategia di decarbonizzazione del Gruppo e a perseguire gli obiettivi climatici, coinvolgendo gli stakeholder istituzionali, le associazioni di categoria, le organizzazioni non governative e il mondo accademico al fine di promuovere la visione del Gruppo sul clima e sulle politiche a bassa emissione di carbonio.

Nel 2021, l’impronta di carbonio (carbon footprint) di Enel è stata pari a 125,0 Mt CO2eq (in incremento rispetto al 2020 del 9%), principalmente a seguito di una maggiore produzione di energia elettrica da combustibili fossili.

In particolare il valore dello Scope 1, che rappresenta il 41% del totale delle emissioni GHG (il 99% di queste emissioni proviene dall’attività di produzione di energia), è pari a 51,6 Mt CO2eq (in aumento del 13% rispetto al 2020).

Lo Scope 2 ammonta a 4,3 Mt CO2eq (in aumento del 6% rispetto al 2020) di cui il 69% è associato alle emissioni relative alle perdite di rete tecniche totali nella rete.

Lo Scope 3, che rappresenta il 55% del totale delle emissioni GHG, è pari a 69,1 Mt CO2eq (in aumento del 7% rispetto al 2020). Quest’anno è stato esteso il perimetro dello Scope 3 includendo anche i valori relativi alle emissioni di estrazione e trasporto di gas e la quota di emissioni relativa alla catena di fornitura.

L’impronta di carbonio di Enel
La leadership di Enel nella lotta al cambiamento climatico è riconosciuta da CDP

L’inclusione nella Climate A List di Carbon Disclosure Project (CDP) è un riconoscimento della posizione di Enel nella sfida al cambiamento climatico e del suo ruolo come utility leader nella transizione verso un sistema energetico a zero emissioni, grazie a un modello di business sostenibile e integrato. 

 

La transizione verso le rinnovabili non deve generare nuove forme di povertà e di disuguaglianze. Come Enel stiamo lavorando per rendere la transizione giusta e inclusiva: teniamo conto delle necessità e delle priorità di tutti gli stakeholder coinvolti, senza lasciare indietro nessuno.
Il tema della lotta al cambiamento climatico è molto ampio, ricco di soluzioni e progetti innovativi. Scopri su quanti fronti è attivo l’impegno del nostro Gruppo.
Leggi nel futuro