Stai visualizzando il sito in italiano. Cambia lingua oppure chiudi e continua. ENGLISH
Il governo dei rischi di Gruppo è fondato su un set strutturato e formalizzato di elementi periodicamente definiti e aggiornati in coerenza con le evoluzioni del Gruppo, con lo standard internazionale di gestione del rischio ISO 31000 e con le migliori pratiche di gestione dei rischi.
1.
Comitato rischi di gruppo Istituito ai massimi livelli e guidato dall'Amministratore Delegato del Gruppo Enel
2.
Comitati rischi localizzati Sulle principali linee di business e perimetri geografici (Paesi e Regioni), guidati dal Responsabile della funzione di competenza (Responsabile BL/Paese/Regione) e coordinati con il Comitato Rischi di Gruppo
3.
Risk appetite framework Espressamente formalizzata nel Catalogo dei rischi di Gruppo
4.
Tre linee di difesa Assegnazione chiara e definita di ruoli e responsabilità sulla base del principio “3 linee di difesa”
1 = Management
2 = Controllo
3 = Internal Audit
5.
Sistema di procedure organizzative e policy di rischio Per definire i processi relativi alla misurazione, gestione, monitoraggio e controllo dei rischi più significativi
6.
Sistema di reporting Continuo e strutturato rivolto ai decision-makers relativo a esposizioni a rischio e metriche, fornite a livello di Gruppo, Business line ed aree geografiche rilevanti
Il catalogo dei rischi fa da riferimento in tutte le aree del Gruppo e per tutte le strutture interessate nei processi di gestione e di monitoraggio. L’adozione di un linguaggio comune agevola la mappatura e la rappresentazione organica dei rischi all’interno del Gruppo permettendo così l’identificazione di quelli che impattano i processi di Gruppo e dei ruoli delle unità organizzative coinvolte nella loro gestione.
Catalogo dei rischi legati al Piano Strategico Enel